BIOGRAPHY

Having recently heard the exquisite and inventive piano playing of Danilo Blaiotta, I was intrigued to discover how the Italian pianist transferred his skills to the traditional trio format. Having studied with J.Taylor, K.Werner, L.Grenadier and A.Cohen, it’s easy to see why he is now coming to the fore as one of Europe’s most sought-after jazz musicians.

(Mike Gates – UK VIBE)

C’è un giovane musicista, Danilo Blaiotta, che si è messo in luce negli ultimi anni e ha prodotto alcuni interessanti lavori che hanno raccolto grandi consensi sia tra i musicisti che tra gli appassionati dell’universo del jazz. Eccellente pianista, dotato di tecnica ma anche di grande personalità, Blaiotta mette a fuoco il suo stile, complesso ma mai inutilmente verboso, una naturale propensione melodica e molta ricerca e sperimentazione, ottenendo un risultato narrativo assolutamente speciale

(Ernesto Assante – La Repubblica) 

Le partiture classiche hanno lasciato un segno marcato e sinuoso nei brani di Danilo Blaiotta
(Guido Festinese - Il Manifesto)

Nuovi talenti del jazz italiano crescono e stupiscono con effetti speciali. E' il caso di Danilo Blaiotta. "The White Nights Suite" è uno dei dischi italiani più interessanti dell'anno.
(Ivo Franchi - Musica Jazz)

"The White Nights Suite" è il miglior disco di jazz italiano ascoltato quest'anno
(Fabio Chiarini - Blow Up)


Danilo Blaiotta’s music is a beautiful example of where there is both tradition and a personal vision. It will take you on a trip, and bring you home enriched

(Gregory Burk – Pianista Jazz)

 

Danilo Blaiotta nasce nel 1987. Pianista e tastierista, musicista eclettico, compositore e arrangiatore originalissimo, con alle spalle un’intensa attività come pianista classico, coltiva fin da giovanissimo l’ amore per la musica classica e per il jazz. Cresciuto sul Lago Maggiore fino alla maggiore età, è seguito per più di un decennio dal M° Chiara Nicora. Si laurea con Giuseppe Maiorca al Conservatorio di Cosenza (II livello in pianoforte principale) con 110 e lode. Vincitore di numerosi primi premi assoluti nazionali ed internazionali, ha suonato in importanti festival e club in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Belgio, Olanda, Lettonia, USA, Russia. Tra i suoi Maestri C.Nicora, A.Porrini, E.Murano, M.Marvulli, C.Burato, S.Perticaroli. Ha frequentato il biennio di perfezionamento della "Scuola di musica di Fiesole" guidato dal M° Andrea Lucchesini ed è stato seguito svariati anni dal M° Aldo Ciccolini. Ha eseguito nel 2010,2011 e 2012 vari recital monografici dedicati a Chopin, Liszt e Debussy per le celebrazioni dalla nascita dei compositori. Ha eseguito concerti per pianoforte e orchestra con la Filarmonica di Donetsk (Rep.Ucraina) e con la Synapsis Orchestra. E’ stato maestro concertatore in varie opere liriche e ha composto brani per “Imedea Edizioni d’Arte”, “Doppio Misto” e “Gaele Edizioni”.

Nonostante la sua precoce carriera come concertista di musica classica, attualmente Blaiotta è conosciuto come uno dei giovani talenti del jazz italiano. Ha studiato con John Taylor, Kenny Werner, Larry Grenadier e Avishai Cohen (Siena Jazz) e vanta continue collaborazioni in progetti, tournée e incisioni discografiche con musicisti di fama internazionale (tra questi Logan Richardson, Tommy Crane, Byron Landham, Alexander Claffy, Pat Senatore, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Claudio Fasoli, Achille Succi, Pietro Leveratto, Attilio Zanchi, Mike Applebaum, Micheal Supnick, Moritz Gotzen, Karl Degenhardt, Marcello Rosa, Francesco Diodati, Matteo Bortone, Marcello Allulli, Gegè Munari, Giorgio Rosciglione, Dario Rosciglione, Francesco Ciniglio, Robertinho De Paula, Reinaldo Santiago, Joe Amoruso, Antonio Onorato, Alberto Parmegiani, Giuseppe Bassi, Francesco Puglisi, Luca Nostro, Anita Vitale e molti altri. )


Carriera internazionale:

Tra il 2013 e il 2015 è stato molto richiesto in Germania, dove ha suonato per l’ Eppstein Klavierfest 2014 e 2015, Kelkheim Kulturbahnhof 2015, Stadthalle di Hofheim; oltre a vari festival in Wiesbaden, Frankfurt Am Mein, Darmstadt, Langen ecc...), ottenendo sempre successi di critica e pubblico.

Nel 2016 e nel 2017 ha suonato in una serie di concerti nel nord-Europa in duo con il fisarmonicista Antonio Spaccarotella. Tra questi si ricorda quello per l’ambasciata italiana in Belgio, presso la Chapelle du Roi di Bruxelles, e in Lettonia come ospiti speciali dell’ “Akordeon competition Naujene 2017 al Teatro di Daugevpils.

Nell’ottobre 2017, durante il tour in Russia come sideman del quintetto del crooner Simone Partigianoni, si è reso protagonista anche come docente, tenendo una master-class sull’improvvisazione jazz al Conservatorio di Astrakhan.

Tra i concerti negli Stati Uniti, si cita un tour nello stato di Washington nell’ottobre 2019 e a New York City nel dicembre 2021, durante il quale ha dato il via ad un nuovo progetto in trio con Alexander Claffy e Byron Landham.            

Progetti:

I primi esperimenti discografici di Blaiotta come produttore e pianista si estendono tra il 2015 e il 2017. Produce due album per l’etichetta Picanto Records. Il primo intitolato “Balkanica”, progetto in quintetto con Achille Succi, Pietro Leveratto, Marco Rossin e Fabrizio La Fauci; l’album è un omaggio alle sue origini arbereshe e raccoglie canti di tradizione albanese, serba e macedone riarrangiati, oltre a due originali scritti da Blaiotta e ispirati appunto alla musica dei balcani. Il secondo è invece un album del 2017 “Agora-Ta – Remembering Elis Regina” in quartetto con Serena Lionetto, Alessio Iorio e Alessio Sisca (Guest Robertinho De Paula) ispirato alla musica della MPB scritta per la grande artista di Porto Alegre.

              Nel 2019, per l’etichetta Wow Records, pubblica “Crabs” in duo con il sassofonista e clarinettista basso Achille Succi. L’album è un insieme di 10 composizioni originali. Tra i brani scritti da Blaiotta per questo disco, vi sono alcune composizioni giovanili partorite nel primo periodo di avvicinamento alla scrittura jazzistica.

Nel 2020 è uscito il primo vero lavoro discografico a suo nome, intitolato “Departures” (Filibusta Records). Il disco (composto da 6 composizioni originali e 3 cover) è stato registrato in trio con Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Valerio Vantaggio alla batteria e può vantare più di 30 recensioni in Italia e all’estero (si citano quelle su UK Vibe in Inghilterra e su Jazz&blues News negli USA). Innumerevoli i passaggi radiofonici FM e Web in tutto il mondo. In Italia è stato presentato in programmi musicali su Rai Radio 1, Rai Radio 3, Radio Classica fm, Radio 24, Repubblica TV. Nel marzo del 2021 “Departures” è stato premiato in Giappone nella classifica dei migliori 10 album jazz al mondo per il 2020 dalla prestigiosa rivista “Jazz Hihyo”, assieme ad artisti leggendari come Keith Jarrett e Peter Bernstein.

2021 - Il secondo progetto discografico del Danilo Blaiotta Trio si intitola THE WHITE NIGHTS SUITE (Filibusta Records 2021), composizione originale suddivisa in 11 movimenti tutti a firma del leader, ispirata al romanzo Le notti bianche di Fedor Dostoevsky. Per l’occasione, la formazione del trio base si estende al sestetto, ospitando tre importanti musicisti della scena jazzistica italiana: Fabrizio Bosso alla tromba, Achille Succi al sax alto e al clarinetto basso, Stefano Carbonelli alla chitarra elettrica. L’album è stato recensito a pieni voti da tutti i più importanti giornali di musica in italia. Tra questi si citano Musica Jazz, Rockerilla, Blow Up, ed è nella top 100 dei migliori dischi internazionali 2021 per la rivista JAZZIT. Questo lavoro discografico ha portato, in gennaio 2022, al premio come sesto miglior talento italiano 2021  all’interno dello storico referendum TOP JAZZ indetto dalla rivista Musica Jazz.

 

Come sideman, partecipa alla realizzazione di due album all’interno del quartetto del sassofonista Vittorio Cuculo (“Between” – Alfa Music nel 2019 e “Ensemble” – Wow Records nel 2021), con Enrico Mianulli al contrabbasso e il leggendario Gegè Munari alla batteria. E’ membro del quintetto del chitarrista romano Andrea Gomellini, con cui incide nel 2020 l’album “The Gift” (Ama Records 2020). E’ ospite in alcuni album di cantautori italiani quali Chiara Padellaro, Luigi Negroni, Roberto Angelelli e Paola Seminara.

Teatro, Radio, Tv

Oltre agli impegni concertistici, Blaiotta è attivo anche come musicista per il teatro, la radio e tv. Si citano le collaborazioni con Massimo Lopez e Marisa Laurito per Rai Uno, con il Chiara Padellaro 4et e il quartetto Agora Tà per Rai Radio1 e con la Mark Hanna Band a Webnotte per Repubblica Tv. In teatro con Anita Bartolucci, Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, Gino Castaldo ed Ernesto Assante, Max Paiella e la Mark Hanna Band, Susy Sergiacomo, Tonino ed Eleonora Tosto, Flavia di Domenico, Marina Vitolo. Si citano gli spettacoli “Clitennestra” (2012), “Peggio di un bastardo” (2013/14), “Pane amore e De Pretore” (2015), “Beatles contro Rolling stones” (2016/17), “In nome della madre” e “Giusto a metà” (2018), “Le ballate dell’angelo ferito”, “Tutti sulla Giostra” e “L’ultimo Polverone” (2019).

In marzo e aprile 2021 è stato ospite fisso per 6 puntate di Stereonotte Brasil su Rai Radio1, reinterpretando in diretta in piano solo alcune importanti composizioni della tradizione brasiliana.

In veste di organizzatore, dal 2011 è Direttore Artistico della stagione concertistica “Amici della Musica” di Castrovillari e dal 2018 del Frascineto Music Festival. E’ ideatore e conduttore della trasmissione radiofonica Speak Low, andata in onda ogni settimana per 100 puntate su Radio Città Aperta – Roma dal 16 aprile 2019 all’8 giugno 2021 ospitando più di 200 musicisti dal vivo. Di particolare interesse mediatico, si ricorda la puntata andata in onda dal vivo dall’Alexander Platz Jazz Club di Roma in memoria di Massimo Urbani, il 3 marzo 2020, durante la quale Blaiotta ha intervistato e coinvolto musicalmente gran parte dei più importanti musicisti jazz italiani protagonisti del periodo anni ’70 e ’80.

Discografia da LEADER

Achille Succi e Danilo Blaiotta – Crabs (Wow Records 2019)

Danilo Blaiotta Trio – Departures (Filibusta 2020)

Danilo Blaiotta Trio Feat. Fabrizio Bosso, Achille Succi, Stefano Carbonelli (Filibusta 2021)                        

Discografia da PRODUTTORE

Balkanica – Balkanica (Picanto 2015) /// Agora Tà – Remembering Elis Regina (Picanto 2016)

Discografia da SIDEMAN

Luigi Negroni – Mia Sorella e le altre (Autop. 2013)   ///     /// Chiara Padellaro – Acqua (Filibusta 2018) /// Vittorio Cuculo 4et – Between (Alfa Music 2019) /// Andrea Gomellini 5et – The Gift (Ama Records 2020) /// Roberto Angelelli – Beatles on the sofa (GB Music 2021) // Vittorio Cuculo 4et – Ensemble

Having recently heard the exquisite and inventive piano paying of Danilo Blaiotta, I was intrigued to discover how the italian pianist transferred his skills to the traditional trio format. Having studied with J.Taylor, K.Werner, L.Grenadier and A.Cohen, it's easy to see why he is now coming to the fore as one of Europ's most sought-after jazz musicians.

(Mike Gates - UK VIBE) 

Danilo Blaiotta is an excellent pianist, equipped with technique but also with great
personality and style

(Ernesto Assante - La Repubblica)

Danilo Blaiotta's music is a beautiful example of where there is both tradition and a personal vision. It will take you on a trip, and bring you home enriched.

(Greg Burk - Jazz Pianist)

Danilo Blaiotta was born in 1987. Pianist and keyboardist, eclectic musician, a very original composer and arranger, an intense career behind him as a classical pianista, having developed from a very youn age the love for classical and jazz music.

He grew up in Lago Maggiore and studied for more than 10 years with Maestra Chiara Nicora. He graduated magna cum laude with G. Maiorca at the Conservatorio di Cosenza (2nd level major in piano) and has won many first prize awards both nationally and internationally. He has performed in important festivals in Italy, France, Switzerland, Germany, Belgium, Holland, Latvia, USA and Russia. Among his maestros are C.Nicora, A.Porrini, E.Murano, M.Marvulli, C.Burato, S.Perticaroli.

He frequented the bi-annual master class at the “Scuola di Musica Fiesole” led by M° Andrea Lucchesini and studied for years with M° Aldo Ciccolini. In 2010, 2011 and 2012 he performed various monographic recitals dedicated to Chopin, Liszt and Debussy on the celebrative occasion of these composers’ birthdates. He has performed in concerts for piano and orchestra with the Donetsk Philharmonic (Ukraine) and the Synapsis Orchestra. 

 He has been the concertmaster in various lyric operas and composed pieces for “Imedea Edizioni d’Arte”, “Doppio Misto” e “Gaele Edizioni”.

Despite his prodigious career as a concert performer of classical music, Blaiotta is widely known as one of the young talents in Italian jazz circles. He has studied with John Taylor, Kenny Werner, Larry Grenadier and Avishai Cohen while boasting continuous collaborations in projects and tours with musicians of international status such as  Logan Richardson, Tommy Crane, Pat Senatore, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Claudio Fasoli, Mike Applebaum, Mark Hanna, Michael Brill, Micheal Supnick, Moritz Gotzen, Karl Degenhardt Achille Succi, Pietro Leveratto, Attilio Zanchi, Marcello Rosa, Francesco Diodati, Matteo Bortone, Marcello Allulli, Gegè Munari, Giorgio Rosciglione, Dario Rosciglione, Francesco Ciniglio, Robertinho De Paula, Reinaldo Santiago, Joe Amoruso, Antonio Onorato, Alberto Parmegiani, Giuseppe Bassi, Francesco Puglisi, Luca Nostro, Anita Vitale  et.al.

Highly requested in Germany where, in the last few years, has presented his projects in trio as well as “Piano Soloist” (he has performed for the Eppstein Klavierfest 2014 and 2015, Kelkheim Kulturbahnhof 2015, Hofheim Stadthalle; as well as festivals in Wiesbaden, Frankfurt Am Mein, Darmstadt, Langen, etc…), gaining notoriety among the critics and audiences. He has completed a concert tour in Russia (October 2017) which also saw him as teacher (giving a master class on jazz improvisation at the Astrakhan Conservatory) and in USA (Washington State, october 2019) .

Besides his many concert duties, Blaiotta is also active as a musician for the theater, radio and TV with collaborations among artists such as Massimo Lopez and Marisa Laurito for Rai Uno, with the Chiara Padellaro Quartet and the Agora Tà Quartet for Rai Radio1 and with the Mark Hanna Band a “Webnotte” for Repubblica Tv. In the theater with Anita Bartolucci, Mariano Rigillo and Anna Teresa Rossini, Gino Castaldo and Ernesto Assante, Max Paiella and the Mark Hanna Band, Susy Sergiacomo, Tonino and Eleonora Tosto, Flavia di Domenico, Marina Vitolo. Also in “Clitennestra” (2012), “Peggio di un Bastardo” (2013/14), “Pane Amore e De Pretore” (2015), “Beatles vs. Rolling stones” (2016/17), “In Nome della Madre” e “Giusto a Metà” (2018), “Le Ballate dell’angelo Ferito”, “Tutti sulla Giostra”, "L'Ultimo Polverone" (2019).

As an organizer, since 2011 he has been Artistic Director of the "Amici della Musica" Theatre of Castrovillari and since 2018 of the Frascineto Music Festival. He is the creator and host of the radio show Speak Low, broadcast every Tuesday evening on Radio Città Aperta - Rome. The broadcast reached nearly 100 episodes, all recorded live, and hosted more than 200 live musicians.

In 2020 was released his first album as a leader, entitled "Departures" (Filibusta Records). The album (consisting of 6 original compositions and 3 covers) is a Trio recording with Jacopo Ferrazza on double bass and Valerio Vantaggio on drums and can boast more than 30 reviews in Italy and abroad (these are those on UK Vibe in England and Jazz&blues News in the USA). Countless FM and Web radio passages around the world. In Italy it has been presented in musical programs on Rai Radio 1, Rai Radio 3, Radio Classica fm, Radio 24, Repubblica TV. In March 2021"Departures" was awarded in Japan in the ranking of the top 10 jazz albums in the world for 2020 by the prestigious magazine "Jazz Hihyo", along with legendary artists such as Keith Jarrett and Peter Bernstein!

In March and April 2021 he was a regular guest for 6 episodes of Stereonotte Brasil on Rai Radio1, reinterpreting live on piano only some important compositions of the brazilian music. 

Next September a new recording project is out, a sextet formed by his trio with important italian jazz players!

He currently resides in Rome, where the most part of his new projects and collaborations are born.